Loading the content... Loading depends on your connection speed!

Qui è dove puoi aggiungere nuovi prodotti al tuo negozio.

Opzioni di ricerca

Cerca

Showing 1–10 of 127 results

Corridoi ed efficienza logistica dei territori – Edizione 2021

Il Report ha l’obiettivo di offrire una fotografia aggiornata delle opportunità logistiche e delle best practice disponibili per l’import e l’export attraverso i corridoi logistici del Nord-Italia, nonché alcuni spunti significativi, capaci di guidare le scelte strategiche verso gli obiettivi e le priorità espresse dal mercato e dai principali stakeholder del settore logistico. Lo studio si basa su un campione di 400 aziende manifatturiere, localizzate in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, analizzando le preferenze logistiche legate all’utilizzo dei porti gateway italiani e alle modalità utilizzate per trasferire la merce da e verso i porti.

Sono 4 i focus di questa edizione: uno sull’impatto del COVID-19 sui processi logistici, uno sulla digitalizzazione e una sezione dedicata ad uno dei distretti produttivi più performanti in termini di export, il distretto delle ceramiche di Modena e Reggio Emilia. Si conferma inoltre lo speciale sulla sostenibilità introdotto nella precedente edizione.

Scarica lo Studio

 

 

 

Gratis!
Share
Dettagli
Italian Maritime Economy. L’impatto del Covid-19 sui trasporti marittimi: rotte strategiche e scenari globali. Intermodalità e sostenibilità chiavi per il rilancio italiano

Sostieni i nostri progetti di ricerca, registrati e acquista il rapporto

Il Rapporto di quest’anno dedica la sua prima parte alle analisi di impatto della pandemia Covid-19 sui porti e la logistica marittima. Gli scenari disegnati sono caratterizzati da un calo dei volumi di merci movimentate, causato dalla chiusura delle imprese a seguito dei vari lockdown che si sono manifestati nei Paesi, e questo ha comportato un drastico segno meno sui principali parametri economici come ad esempio l’import-export, il valore aggiunto, il traffico di merci e l’occupazione. La seconda parte del volume è dedicata a fornire una visione strategica su quali potranno essere, per il futuro, i driver ed i modelli portuali più resilienti agli shock economici e sanitari come ad esempio l’intermodalità e la sostenibilità. La terza parte invece, offre un focus di prospettiva, dedicato a un argomento di grande attualità che sta salendo gradualmente alla ribalta visto il fenomeno del cambiamento climatico: la rotta marittima artica, analisi realizzata da SRM e Intesa Sanpaolo, cui hanno contribuito prestigiosi centri studi internazionali come l’Università di Anversa e lo Shanghai International Shipping Institute.

Sfoglia l’Abstract

VI Rapporto sull’economia del mare. Cluster marittimo in Italia Europa e Mediterraneo

Federazione del Mare, Censis, Cogea, SRM, 2019

Giunto alla sesta edizione, il Rapporto sull’economia del mare, oltre ad evidenziare che il valore prodotto dall’economia del mare e la sua importanza socio-economica – con le significative ricadute occupazionali del cluster marittimo, sia dirette che indotte nel resto dei settori della nostra economia – sono fattori indispensabili per lo sviluppo del Paese, conferma lo sviluppo e i successi raggiunti, indicando anche le sfide che si devono affrontare sia in Europa che nel Mediterraneo, in una fase storica particolarmente delicata come è quella attuale.

Quella legata al mare è una realtà che per il suo rilievo e la sua integrazione ben richiederebbe una più efficace e coerente attenzione sul piano politico e amministrativo, questione quanto mai sentita tra i soggetti pubblici e privati che in essa operano da quando le competenze marittime sono state progressivamente disperse tra più dicasteri, compromettendo le possibilità di elaborazione di una politica nazionale del settore e di una sua promozione in ambito europeo.

Gratis!
The Arctic Route. Climate change impact, Maritime and Economic scenario, Geo-strategic analysis and perspectives

La ricerca è realizzata da SRM e Intesa Sanapaolo e annovera collaborazioni internazionali con l’Università di Anversa e lo Shanghai International Shipping Institute. Il report analizza il tema dello sviluppo della Rotta Marittima Artica da varie angolazioni: gli scenari internazionali delle grandi rotte, gli aspetti geo-strategici, quelli connessi al climate change e alcuni risvolti normativi. È questa una direttrice che è già percorsa da importanti traffici navali intraregionali ma al momento di carattere stagionale e dedicati ad alcuni settori come ad esempio l’Energy. La globalizzazione dei mercati, fenomeni come la Belt & Road, i cambiamenti climatici, e le scelte strategiche dei carrier rivolte a cercare sempre percorsi meno onerosi, stanno però aumentando l’attenzione verso la direttrice artica.

Il paper è disponibile solo in lingua inglese.

Gratis!
Osservatorio COVID-19 sui Trasporti Marittimi e la Logistica | Aprile 2020

Questo working paper inaugura una serie di report volti a monitorare uno dei comparti più importanti del Paese. Il paper si apre con un outlook internazionale, che analizza le ricadute più significative che il virus ha causato sullo shipping e sul settore della logistica portuale. A seguire, proponiamo una serie di stime sul notevole impatto del fenomeno sull’interscambio marittimo (import-export) italiano. Il report si conclude con i risultati di una Survey sugli effetti del COVID-19 realizzata da SRM attraverso alcune domande rivolte ad un panel di settore costituito dai principali player nazionali a livello associativo e portuale. È un’indagine dai risvolti interessanti che affronta problemi, esigenze e possibili soluzioni per ripartire.

E’ disponibile anche la versione inglese.

Gratis!
Corridoi ed efficienza logistica dei territori – Edizione 2020

Il ruolo della sostenibilità e della tradizione distrettuale nel valorizzare la manifattura italiana

Prosegue il percorso intrapreso nel 2019 da Contship ed SRM, che hanno collaborato alla realizzazione del primo studio sulla percezione dell’efficienza dei corridoi logistici, da parte delle imprese manifatturiere lombarde, emiliane e venete.
L’obiettivo del report continua ad essere quello di offrire una fotografia dei sistemi logistici utilizzati dalle imprese per l’import e l’export, con l’ambizione di fornire alle imprese e alle loro associazioni, alle pubbliche istituzioni e agli operatori logistici dati e spunti di riflessione utili ad indirizzare le scelte, gli investimenti e le strategie di sviluppo.
Attraverso questa indagine, si cerca infatti di dare risposta a quesiti complessi e articolati che riguardano i corridoi logistici utilizzati dalle imprese che impiegano i container per trasportare le proprie merci, analizzando le modalità di trasporto preferite per raggiungere le infrastrutture portuali dalla sede dell’impresa e viceversa, e identificando i porti italiani più utilizzati per l’import e l’export della merce.
La nuova edizione integra i suggerimenti raccolti attraverso una serie di focus group tecnici, ai quali hanno partecipato spedizionieri e caricatori. Tra le novità troviamo una maggiore attenzione alle motivazioni che determinano le scelte logistiche delle imprese, un focus dedicato al tema della sostenibilità e un focus dedicato ad uno dei distretti produttivi più performanti, in termini di export, quello del prosecco di Conegliano – Valdobbiadene.

Video del Webinar (16/04/2020)
Slide della Presentazione (16/04/2020)

Gratis!
La Belt and Road Initiative: analisi di un fenomeno geo-strategico e riflessioni sul ruolo dell’Italia e del suo sistema portuale

Sostieni i nostri progetti di ricerca, registrati e acquista il rapporto.

Sul tema della Belt & Road Initiave si è già detto e scritto molto, particolarmente a seguito della visita del Presidente cinese in Italia nel marzo del 2019, a cui sono seguiti la firma di un  memorandum of Understanding che ha visto l’adesione formale dell’Italia al progetto BRI, e la relativa sottoscrizione di svariati accordi collaterali che hanno spaziato dalle infrastrutture e trasporti allo scambio di informazioni e know-how, da accordi relativi agli scambi commerciali a progetti di collaborazione in campo scientifico ed industriale.
Prima di entrare nel merito di quanto si vuol discutere in questo articolo, si ritiene necessario un inquadramento sintetico sulle ragioni che portano alla genesi, sviluppo ed espansione della BRI, che già conta a vario titolo l’adesione di oltre 100 Paesi, numero destinato a crescere quasi su base quotidiana.

Questo lavoro di ricerca è un estratto del Sesto Rapporto Annuale “Italian Maritime Economy”.

 


Etichette: , , , .
International Dry Bulk Shipping Trend in China’s Perspective

Sostieni i nostri progetti di ricerca, registrati e acquista il rapporto

Fino al XX secolo, la Cina è diventata gradualmente un grande consumatore di energia e di risorse su scala globale. Le importazioni cinesi di minerale di ferro e carbone stanno assumendo quote in rapido aumento nel commercio marittimo globale, con “fattori cinesi” che stanno diventando predominanti per determinare il mercato globale delle rinfuse solide. Negli ultimi anni, l’industria navale ha sofferto, e anche il mercato cinese del trasporto marittimo di rinfuse solide sta cambiando silenziosamente. Questo articolo analizza i cambiamenti dei “fattori cinesi” e il conseguente impatto sul mercato globale del trasporto marittimo dal punto di vista delle strutture della catena industriale di diversi carichi.

Questo lavoro di ricerca, disponibile solo in inglese, è un estratto del Sesto Rapporto Annuale “Italian Maritime Economy”.


Etichette: , , , , .
Current and future scenario for shipping companies

Sostieni i nostri progetti di ricerca, registrati e acquista il rapporto

A fine 2018 la flotta globale di navi container è cresciuta del 5,7%, raggiungendo un traffico merci pari a 22 milioni di TEU (fonte: Alphaliner). Le previsioni indicano un ulteriore aumento della flotta, che dovrebbe raggiungere quasi 24 milioni di TEU nel 2020. Nel presente paper viene delineato l’andamento dell’attività globale nel settore del trasporto container, fornita un’analisi sui top carrier, dei principali trend e alcune riflessioni sulla normativa IMO 2020 per avere un quadro complessivo sulle prospettive sulle attività future del settore dello shipping.

Il paper è disponibile solo in lingua inglese.

Questo lavoro di ricerca è un estratto del Sesto Rapporto Annuale “Italian Maritime Economy”.


Etichette: , , , , , .
Trasporto marittimo di veicoli e il ruolo dei terminal nella filiera automotive. Strategie e investimenti per lo sviluppo in Europa e in Italia

Sostieni i nostri progetti di ricerca, registrati e acquista il rapporto

Nel presente paper viene delineato il quadro globale del trasporto marittimo dei veicoli finiti con dati ed informazioni sui volumi, le rotte e le attività logistico-portuali ad essi connesse.
Si illustrano, pertanto, le strategie intraprese dai carrier per far fronte alle nuove dinamiche del mercato nel rispetto della loro esigenza prioritaria di efficienza. Sulla base di questi dati, saranno poi elaborate anche previsioni sui flussi commerciali e sulle rotte lungo le quali si sta concentrando questa tipologia di traffico.
Si passano poi ad analizzare i nodi marittimi del trasporto di veicoli ovvero i terminal portuali specializzati – descrivendone l’organizzazione funzionale, le caratteristiche infrastrutturali e i player coinvolti – la cui efficienza è diventata un fattore di vantaggio competitivo per tutte le imprese che fanno parte della filiera. Queste analisi consentiranno di enucleare i fattori di competitività dei terminal marittimi Ro-Ro sui quali puntare per massimizzarne la produttività, l’efficienza e quindi la redditività assecondando allo stesso tempo i cambiamenti che stanno interessando lo scenario del trasporto marittimo di veicoli, in particolare nel Mediterraneo.

Questo lavoro di ricerca è un estratto del Sesto Rapporto Annuale “Italian Maritime Economy”.


Etichette: , , .

SOCI FONDATORI E ORDINARI

MARITIME PARTNER

SRM È PARTE DI

Mobile version: Enabled